Una crisi d’amore di Collodi

“Tra tanti amori più o meno fatui e fragili, egli dovette averne uno veramente serio, que, se fosse stato possibile, ritengo avrebbe indotto lo scapolo impenitente a saltare il fosso e prender moglie. Dovette divampare tra il 1857 e il 1858 e in casa

Lorenzini se ne doveva sapere qualcosa. Fu in quel tempo che, improvvisamente, lo zio Carlo lasciò Firenze […]."

Collodi e Pinocchio Collodi Nipote pag.81

“E quando entrava nell’Elvetichino, un altro dei caffè di Firenze in cui si incontravano intellettuali, i letterati e i

macchiaioli, gli capitava di bere non pochi “ponci”.”
Pinocchio Collodi, di Rossana Dedola pag. 77

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont marqués *

*